Restoring by Scanning: La tecnologia laser scanner e le immagini 3D potrebbero essere la chiave per la ricostruzione di Notre-Dame

RESTORING BY SCANNING: la tecnologia laser scanner e le immagini 3D potrebbero essere la chiave per la ricostruzione di Notre-Dame.

5 Novembre 2019

Argomento: Laser Scanner, Arte, Restauro

(Lettura in 4 min)

Notre-Dame, la cattedrale più famosa del mondo, considerata il principale luogo di culto cattolico di Parigi è nelle mani della tecnologia laser scanner.

Costruita più di 800 anni fa, l’iconica cattedrale nel 1862 viene riconosciuta come monumento storico di Francia e successivamente Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO dal 1991.

La sera del 15 aprile 2019 la cattedrale viene colpita da un grave incendio che ha provocato il cedimento della flèche e del tetto, ed il crollo di alcune porzioni di volta nella navata centrale e nel transetto.

Fotunatamente la struttura portante e gran parte delle opere d’arte, tra cui quelle presenti nel tesoro della cattedrale sono state messe in salvo, ma nonostante ciò il danno subito rimane enorme.

Ma, nonostante lo shock mondiale, il giorno successivo, il presidente della Repubblica francese Emmanuel Macron, durante il suo discorso alla nazione riguardo all’incendio, ha annunciato la ricostruzione della cattedrale in un arco di tempo di cinque anni.

La domanda che tutti noi ci poniamo dunque sorge spontanea, visto che per restaurare e ricostruire il monumento servono ricerce, studi ed informazioni dettagliate.

Dunque sarà veramente possibile?

Sembrerebbe di si, e a rispondere è lo storico Andrew Tallon, che nel 2015 ha realizzato un’accuratissima copia 3D virtuale precisa al millimetro, grazie ad una SCANSIONE LASER dell’intero edificio fornendo così una mappa da seguire per la ricostruzione della chiesa.

La scansione è stata fatta mettendo insieme i dati presi da 50 diverse postazioni, all’interno e fuori Notre-Dame, che hanno prodotto l’impressionante cifra di un miliardo di misurazioni. Per ogni scansione il laser ha perlustrato l’area in ogni direzione, registrando l’esatta posizione di tutte le superfici incontrate.

Grazie alla tecnologia laser ed alla integrazione con tecniche fotogrammetriche il risultato consiste in milioni di punti colorati (point clouds) che si uniscono a formare una replica tridimensionale perfetta della cattedrale.

Conclusioni

Salvaguardare il patrimonio storico ed artistico è un dovere dell’umanità, e per farlo il progresso tecnologico ci aiuta a torvare le migliori strategie e mezzi per poterlo fare.

Il rilievo laser scanner sicuramente rappresenta la soluzione più indicata per svolgere lavori di questo genere e garantire un risultato dalla qualità eccellente; solo così sarà possibile recuperare le preziose informazioni che permetteranno di risanare uno dei più belli, antichi e prezioni monumenti strorici del mondo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *